Dolomiti Alto Adige
Best Price Guarantee
Best Price Guarantee Richiesta disponibilità

Cose da vedere in Valle Aurina – Mete imperdibili in Alto Adige

Nelle località della valle vi attendono musei, chiese, cappelle, castelli e monumenti naturali - Vacanze culturali in Alto Adige

Natura, arte e cultura: in Valle Aurina tutto è meraviglia!

Non importa quale sia la vostra meta di vacanza nella regione turistica della Valle Aurina, in pochi minuti di macchina si possono raggiungere diversi luoghi interessanti e mete escursionistiche. Nelle pittoresche chiese e cappelle potrete trovare pace e ammirare preziosi tesori d'arte del passato.


Il Museo minerario a Cadipietra è situato all’interno di un vecchio granaio, un tempo sede delle attività connesse al funzionamento della miniera di Predoi. Il museo conserva la collezione mineralogica dei nobili Grafen von Enzenberg e dispone di installazioni interattive che raccontano la storia delle miniere della Valle Aurina. Splendidi modelli in legno, dipinti e mappe minerarie finemente decorate, libri, documenti e reperti dei minatori riportano alla vita la storia degli scavi minerari in Valle Aurina.

Nell’ex Miniera di Predoi, lungo il torrente Rotbach, si è estratto rame per circa 500 anni. Oggi è un museo. I carrelli sui binari vi condurranno alla scoperta della galleria di Sant’Ignazio. Qui sono state appositamente preparate con dei manichini alcune ricostruzioni, per permettervi di osservare da vicino il lavoro in miniera e le fatiche dei minatori di un tempo.

Il Centro Climatico a Predoi, un luogo di pace e relax, si trova a circa 1.110 metri all’interno della montagna. Nelle gallerie chiuse si crea, in precise condizioni, un microclima molto speciale, particolarmente indicato per le persone con problemi respiratori. L’aria all’interno del centro è, infatti, pura, libera da pollini e allergeni, quindi estremamente salutare.

Il Museo Mineralogico Kirchler a San Giovanni in Valle Aurina conserva preziosi minerali provenienti dalla stessa valle, dagli Alti Tauri e dalle Alpi della Zillertal, raccolti nel corso di decenni da Josef Kirchler. Circa 1.000 pezzi da esposizione fanno bella mostra di sé all’interno delle bacheche del museo: cristalli, feldspati, rutili, ametiste viola, fluoriti, apatiti scintillanti, smeraldi e titaniti. Il museo può vantare, inoltre, uno tra i più incantevoli e grandi quarzi affumicati dell’Alto Adige: il “Bergkristallgwindl”, proveniente dalla miniera di Predoi.

Il Museo Parrocchiale di Tures fu costruito in un antico granaio risalente all’anno 1559. Nel museo sono esposte opere d’arte sacra delle chiese e cappelle di Tures. Inoltre, è possibile ammirare oggetti e paramenti liturgici, da quelli risalenti all’età barocca fino ai giorni nostri. Particolarmente degni di nota sono il Presepe dei Mulini (1.500 circa) e il Crocifisso della Trinità di S. Moritzen (1.750 circa).

Il Museo Contadino “Zum Falkenstein”, nel maso Falkenstein a Predoi, racconta la storia della regione. Il museo è raggiungibile con una breve passeggiata di 20 minuti.

Il Castello di Tures è uno dei manieri più grandi e più belli dell’intero arco alpino. I signori di Tures erano una potente famiglia del Tirolo. All’inizio del ventesimo secolo, il castello venne restaurato e ampliato da Ludwig Lobmayr e dal 1945 fu curato da Hieronymus Gassner. Oggi circa un terzo dell’edificio è visitabile. Poiché il castello non ha mai dovuto subire assedi e danni connessi ad attacchi, gli arredi sono rimasti quasi intatti e offrono un’interessante prospettiva della precedente vita del maniero.

Il Centro Visite del Parco Naturale Vedrette di Ries Aurina vi dà il benvenuto nell’omonimo parco. Già all’ingresso, il visitatore ha la possibilità di godere di una prospettiva a volo d’aquila della struttura dell’intero parco grazie al filmato che viene proiettato nella sala interna. Un modello tridimensionale fornisce informazioni multimediali sulle montagne, i sentieri, i rifugi, i laghi e le cascate. Un orologio a pendolo consente di seguire la storia della formazione delle montagne la cui lenta evoluzione viene illustrata attraverso un puzzle litologico. Cime alte fino a 3.000 metri, il ritiro dei ghiacciai, minerali e molto altro ancora susciteranno lo stupore di tutti, grandi e piccoli.

La Chiesa Barocca di San Giovanni fu edificata nel diciottesimo secolo (1783-1785) e consacrata nel 1788. I dipinti che conserva all’interno sono opera di Franz Joseph Schöp, quelli degli altari laterali e di quello maggiore di Jakob Santer.

Le tre Cascate di Reinbach, nel Parco Naturale Vedrette di Ries Aurina, sono uno stupefacente spettacolo naturale, soprattutto in estate. Sono raggiungibili dalla località Bad Winkel.